LIbera Velo bundle

Key-Lab / OctopusRecords

In offerta!
bundle-libera velo
cover_riffarizoma_contro_albero_cover

LIbera Velo bundle

20.00 16.00

Disponibile

cover_riffa

1 x Libera Velo - Riffa

PERCHE' “RIFFA” Premesse. In napoletano “‘a riffa”è un’improvvisata lotteria rionale; è un modo per racimolare giusto i soldi per la sopravvivenza quotidiana Quando dà il via all’estrazione, per indicare la sua onestà e trasparenza, l’arriffatore agita la mano aperta gridando: “’a mano è libbera! ” Nel proverbio italiano “di riffa o di raffa”, la “riffa”( lotteria) si contrappone alla “raffa” (deriv. dal verbo “arraffare”), così come nella versione dialettale napoletana “o ‘e riffa o ‘e raffa”( raffa deriv. dal verbo “arraffà”). In linguistica sono tanti i mezzi a cui spontaneamente ricorrono molti idiomi e dialetti per formare parole e frasi inventate: i suoni “click”a fricani, la teoria europea del “ciff e ciaff”, onomatopee come tic tac (italiano), bric ‘a brac (francese), riff raff (inglese), tricchetracche (napoletano), tc-tc (lingue khaisanidi e bantu africane) etc.., dimostrando così l’inventiva di tutti i popoli e la vitalità di ogni sistema linguistico. Conclusioni. Per me è accattivante il suono del segno “riffa”e non nascondo che è stata innanzittutto la sua pseudo-onomatopeicità ad attrarmi... Dicendo “riffa”p enso alla lotteria nei vicoli dove sono nata, nei vicoli del mondo (universalizzando!), nei vicoli del percorso umano. E’u n termine che sento planetario e molto vicino al termine inglese di radice comune: “riff raff”( gentaglia) che il regista (da me molto amato) Ken Loach ha usato come titolo di un suo film testimoniando e smontando il secolare classismo inglese. Dicendo “RIFFA”p enso anche a qualcosa di tondo e femminile, ad un caos ciclico e materno, ad un popolare “sentire”( riffa) che si contrappone alla prepotenza dell’“a rraffare”( raffa)! Prova a dirlo: RIFFA RIFFA RIFFA! Ti riempie la bocca? I 12 brani di questo disco-progetto sono il mio esperimento d’immedesimazione empatica in 12 diversi “topoi - quadri”in castrati dentro lo stesso cerchio (la condizione umana, appunto). Il cerchio si chiude: SIAMO TUTTI NELLA STESSA RIFFA...e...‘A MANO E’LI BBERA!!! Libera Velo, novembre 2006

Disponibile
rizoma_contro_albero_cover

1 x Libera Velo - Rizoma contro albero

Collaborazioni eccellenti e contaminazioni tra folk, blues, psichedelia e teatralità: dopo una pausa di tre anni, la splendida voce di Libera Velo torna con il suo secondo album, in uscita il 31 gennaio 2013 per l’etichetta Octopus Records. Su Youtube sei estratti di anticipazione. “Un rizoma anche in condizioni sfavorevoli rigenera nuove piante. Ogni rizoma ha la sua riserva che dà forza e longevità”. Si presenta così “Rizoma contro Albero”, il secondo album che segna il ritorno sulla scena musicale di Libera Velo, in uscita il 31 gennaio 2013 dopo una pausa “biologica” - nel 2010 la cantante ha avuto una splendida bambina - durata tre anni. Prodotto dall’etichetta Octopus Records, “Rizoma contro Albero” è anticipato da un promo su Youtube, con sei estratti dalle dieci canzoni presenti nell’album (“Puca”, “Memo Bizzarra”, “Questo mio essere brillante e di fiducia piena”, “Il Punctum”, “The wise child”, “Zenzero 6”). Brani dal suono misto e ibrido, tra storie di amore e pazzia, sesso rizomatico e laicismo concreto, fotografia e memoria storica. Il tutto miscelato nell’autoironia creativa tipicamente meridionale. A dettare la linea, una forte componente di contaminazione: un radicamento nel blues dal basso, con sprazzi improvvisi di folk-psichedelico e teatralità da musical, logoranti parole in calde sonorizzazioni, a cui fa capo un modo naturale e antivirtuoso di concepire strumenti, voci e rumori. Registrato e mixato al Key-lab di Giugliano (NA), il disco si avvale delle collaborazioni eccellenti che racchiudono il meglio della scena musicale indipendente campana: Antonio Alfano, Dario Sansone dei Foja, Pietro de Cristoforo e Fulvio Di Nocera dei Songs for Ulan, Marta Riccardi, Renato Minale e Giuseppe Fontanella dei 24 Grana, Sasha Ricci dei 99 Posse, Alessandro Innaro, Claudio Domestico degli Gnut, Ciro Riccardi degli Slivovitz. L'artwork del disco è stato curato da Roberta Della Volpe. La copertina è di Dario Sansone.

Disponibile
COD: cd bundle Categoria:

Descrizione prodotto

Packaging:

Riffa  / digipack

Rizoma contro albero / jewel box

FacebookTwitterGoogle+Condividi
Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Youtube